Cerca nel blog

DISCLAIMER

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata..

Viagra, magica pillola blu?

- Categoria: Disfunzione Erettile Rss feed

Viagra magica pillola bluImmaginiamo che a questo punto molti di voi siano incuriositi dalle proprietà della Maca peruviana e dagli effetti positivi che il nostro integratore SENSOVIT può offrire, ma crediamo anche che a qualcuno si sia posto un’altra domanda:

E il Viagra??

Non era il farmaco miracoloso per curare la disfunzione erettile? Non bastava una pillola blu a risolvere tutti i problemi degli uomini?

In parte è vero, ma ciò che non tutti sanno è che il Viagra è un prodotto medicinale la cui finalità è quella di curare l'impotenza. Molti erroneamente credono che in realtà si tratti di un prodotto per aumentare/migliorare le prestazioni sessuali, cioè che sia in pratica un prodotto medico ma simile agli afrodisiaci naturali.

Couple kissing and drinking on the bed in bedroom[/caption] E' forse per questo motivo che ne viene fatto un uso eccessivo in particolar modo da chi non soffre realmente di impotenza. Le nuove molecole per il trattamento dell'impotenza, definite inibitori della 5fosfodiesterasi (5PDE), emerse per pura casualità dalla ricerca di nuovi farmaci per la cura dell'ipertensione e immesse qualche anno fa sul mercato hanno sicuramente avuto il grande merito di sdoganare il problema del Deficit Erettile maschile e fare sì che questo problema divenisse qualcosa di trattabile al pari dell'emicrania. Tuttavia dopo 10 anni di esperienza, tanti pro e contro sono emersi sull'uso di queste pillole colorate (Viagra, Cialis, Levitra). Se da un lato la loro azione è spesso fin troppo evidente, dall'altro non sono pochi gli effetti collaterali e le controindicazioni che ne limitano l'uso continuativo. Inoltre va evidenziato l'uso improprio che, spesso, i giovanissimi fanno di tali farmaci impiegati non tanto per curare ma solo per potenziare oltre misura una funzione più che normale e talvolta associate a sostanze dopanti per una notte da sballo. Ma esiste un’alternativa naturale a questo farmaco? Nel prossimo post continueremo a discuterne, restate collegati.

Articoli in relazione

Condividi