Cerca nel blog

DISCLAIMER

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata..

Erezioni mattutine: esiste un legame con la Disfunzione Erettile?

- Categoria: Disfunzione Erettile Rss feed

L’erezione mattutina, popolarmente definita “alza bandiera”, e la cui definizione scientifica è “Tumescenza Peniena Notturna” (NPT), è una risposta fisiologica normale, che quasi tutti gli uomini sperimentano ogni notte.

Erezioni mattutine

In un uomo sano si verificano durante il sonno 4-6 erezioni, particolarmente durante la fase REM (cioè il momento della notte in cui avvengono i sogni) che durano in media 30 minuti e che si presentano all'incirca ogni 90 minuti. Con il passare degli anni, però, il fenomeno delle erezioni mattutine può subire dei cambiamenti:

  • può diminuire la frequenza delle erezioni mattutine o notturne,
  • oppure la frequenza rimane inalterata ma diminuisce la rigidità del pene in erezione e la durata dell’erezione durante ogni episodio di erezione notturna.

Esiste un legame tra la disfunzione erettile e il non riuscire ad ottenere erezioni complete di notte e al mattino?

Prima di rispondere a questa domanda, sono doverose alcune premesse:

  1. i cambiamenti del fenomeno delle erezioni mattutine o notturne sopra descritti, sono normali e fisiologici con il passare del tempo, quindi non devono destare inutili allarmismi;
  2. non è corretto pensare che l’assenza di erezione mattutina sia anche sinonimo di una probabile disfunzione erettile. L’erezione mattutina non è altro che l’ultima di una serie di erezioni notturne, ma la sua mancanza al risveglio non vuol dire che non si siano verificate anche anche le erezioni notturne;
  3. i fattori che le influenzano le erezioni - anche le erezioni mattutine - sono svariati e, in molti casi, la mancanza delle erezioni mattutine può essere semplicemente legata una scarsa qualità del sonno o ad un sonno troppo breve o agitato, ad un periodo di stress e preoccupazioni, all’interazione con particolari farmaci per curare la depressione, l’ansia, le prostatiti, tutti fattori che possono portare alla mancanza di erezione mattutina.

A nostro parere, quindi, quando un uomo al risveglio non avverte l'erezione mattutina, non dovrebbe né allarmarsi né arrivare all'ingiustificata conclusione di avere un problema erettile.

Le erezioni mattutine possono essere un segnale nella diagnosi di eventuali disturbi dell’erezione quando sono praticamente assenti; in questo caso, infatti, può indicare la presenza di un problema organico, vascolare o nervoso (legato all'ansia o allo stress).

In ogni caso, se si notano cambiamenti significativi nell’ottenimento di queste erezioni spontanee, è bene rivolgersi ad un medico che possa escludere/confermare l’eventualità di una causa organica, e successivamente, se necessario, rivolgersi ad uno psicologo, per affrontare dal punto di vista psicologico la causa della problematica. e psicogena. In alcuni casi, però, la mancanza delle erezioni mattutine, può essere semplicemente legata a difficoltà di addormentamento e ad un cambiamento del ritmo sonno-veglia.

Ritrova il desiderio e la passione con aiuti naturali.

Scopri la linea completa di integratori sessuali per l'uomo che vogliono ritrovare Energia, Vigore e Desiderio!

Articoli in relazione

Condividi