Cerca nel blog

DISCLAIMER

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata..

Sedentarietà e obesità mettono 'ko' la vita sessuale!

- Categoria: Disfunzione Erettile Rss feed

Abbiamo già parlato dei  nemici che minacciano la vita di coppia: fumo, droghe, rapporti non protetti, stress, dolore, mancanza di sonno e abuso di tecnologia (telefonino, pc, tv, ecc.), dieta scorretta, sedentarietà.

Se ad ogni punto appena letto, vi viene spontaneo pensare: ce l’ho, ce l’ho, pure questo ce l’ho, cavolo ho anche questo”, forse è arrivato il momento di cambiare un po’ stile di vita.

Sedentarietà causa disfunzione erettile

Come emerge da numerose ricerche effettuate per indagare il ruolo dello stile di vita sull’incidenza della Disfunzione Erettile, la vita sedentaria e i chili in eccesso sono gli acerrimi nemici della salute sessuale, mentre attività fisica, controllo del peso e integrazione, sono alleati preziosi per una vita sessuale soddisfacente

Lo attestano i dati di molteplici studi clinici condotti per indagare il ruolo dello stile di vita sull'incidenza della Disfunzione Erettile maschile, come quelli raccolti nelle Nuove Guidelines per la Medicina Sessuale della Seconda Consensus di Princeton sulla Disfunzione Sessuale e il Rischio Cardiaco.   Uno studio condotto in Olanda su 1.700 uomini tra i 50 e i 75 anni - ricorda una nota - attesta che l'indice di massa corporea (Bmi) è un importante fattore predittivo di Disfunzione Erettile, sia considerato singolarmente che in associazione ad altri fattori di rischio come l'ipertensione o il diabete. Accanto all'obesità, la scarsa attività fisica è un altro fattore di rischio che risulta essere fortemente connesso all'incidenza di disfunzione erettile.

Secondo un altro studio condotto su una popolazione maschile sopra i 50, la Disfunzione Erettile risulta collegata sia al Bmi che alla frequenza dell'attività fisica. Da i risultati chiave dello studio si evince che elevati livelli di sedentarietà costituiscono un fattore predittivo importante e indipendente di disfunzione erettile. Al contrario, praticare un'attività fisica in modo costante può ridurre il rischio del 30%. Inoltre, una volta che si presenta un Disturbo Erettile, movimento e attenzione al peso possono rivelarsi anche preziosi alleati per un ripristino della funzionalità sessuale.

Un altro studio, poi, ha misurato come intervenire sullo stile di vita possa avere un effetto positivo sulla funzione erettile, in uomini con obesità e 'impotenza' da moderata a severa. Un gruppo di 110 pazienti è stato sottoposto a controllo del peso ed esercizio fisico per due anni. Circa un terzo ha ottenuto un ripristino della propria funzione erettile a livelli di normalità, contro una percentuale inferiore al 5% nel gruppo di controllo.

"La letteratura scientifica raccolta sul tema ci porta a concludere che lo stile di vita può avere un ruolo determinante nella comparsa e nel successivo progredire della disfunzione erettile - spiega Aldo De Rose, urologo e andrologo della Clinica urologica di Genova - In particolare, obesità e mancanza di esercizio fisico risultano svolgere un ruolo significativo sia in chiave predittiva e protettiva, che in chiave terapeutica. Il consiglio medico per gli uomini, soprattutto superati i 50 anni, è quindi quello di seguire uno stile di vita sano, che preveda un'alimentazione corretta e un'attività fisica svolta regolarmente". Disfunzione erettile, disfunzione erettile maschile, disfunzione erettile rimedi, disfunzione erettile rimedi naturali

Attività fisica regolare + integrazione naturale per contrastare la Disfunzione Erettile

Il consiglio medico per gli uomini, soprattutto superati i 50 anni, è quindi quello di seguire uno stile di vita sano, che preveda un’alimentazione corretta e un’attività fisica svolta regolarmente, per esempio jogging, passeggiate a piedi o in bicicletta o una nuotata, di 30 minuti per sessione, per almeno 3 giorni alla settimana.

Accanto a questi interventi correttivi sullo stile di vita, un aiuto nell’affrontare il disturbo arriva dalla terapia farmacologica. Oggi sono disponibili diversi farmaci sul mercato, da assumere previa prescrizione medica.

Altra  opzione terapeutiche indicata per il trattamento della Disfunzione Erettile e dei disturbi sessuali in genere, è l’integrazione naturale, soprattutto se le difficoltà sono dovute a cause di natura psicologica (stress, ansia, preoccupazione, stanchezza…) o a vizi nella circolazione sanguigna.  

Quindi, attività fisica + integrazione naturale per mettere ‘ko’ i problemi sessuali!

[sc:BannerSensovit ]

Ritrova il desiderio e la passione con aiuti naturali.

Scopri la linea completa di integratori sessuali per l'uomo che vogliono ritrovare Energia, Vigore e Desiderio!

Articoli in relazione

Condividi