Tecnostress: nuoce gravemente al sesso

Gli Italiani sono malati di tecnostress che non solo provoca ansia, disturbi del sonno, emicrania e nervosismo ma ha effetti devastanti anche sulla vita di coppia.

Tra partner e cellulate, gli uomini scelgono la tecnologia! Il dato preoccupante emerge da alcune recenti ricerche su quello che gli esperti definiscono Tecnostress. Gli italiani sarebbero affetti da Tecnostress, una nuova forma di stress tutta moderna.

tecnostress

Complici smartphone, tablet, app, social, forum, in Italia si stima che 2 milioni di persone, soprattutto uomini, subiscono le conseguenze di questa incapacitĂ  di disconnettersi dal mondo virtuale. I principali sintomi sono ansia, emicrania, irritabilitĂ , calo del desiderio, problemi sessuali e disturbi del sonno.

Così, insieme alle incertezze per il futuro, alle preoccupazioni per la crisi economica, a far pressione sugli italiani ci si mette anche il tecnostress. Le motivazioni che spingono le persone a questo sovraccarico di tecnologie sono le più disparate – il lavoro, la voglia di un pò di relax, la scusa di comunicare con gli amici, la curiosità di vedere cosa gli altri condividono …. - ma il risultato è sempre lo stesso: il desiderio sessuale cala mentre cresco la distanza e le tensioni di coppia.

La tecnologia dovrebbe facilitare la vita eppure la vita moderna, soprattutto per quei professionisti che fanno un uso massiccio di tecnologia e di Internet, sottopone l’individuo a un forte stress e lo allontana sempre più dalla vita di coppia e dalla sessualità.

Secondo uno studio Americano il 16 % degli uomini soffre di totale assenza di stimoli sessuali nei confronti della partner per via del troppo tempo trascorso su Internet e molti manager e professionisti ammettono di non avere tempo per curare il rapporto di coppia.

Tra i tanti effetti indesiderati, quindi, il tecnostress è anche causa di astenia sessuale, calo del desiderio e disturbi dell’erezione.

E’ vero che l’erezione è un meccanismo fisico, ma possiede anche una buona componente psicologica. Se il cervello non riceve lo stimolo giusto, l’eccitazione da sola non basta a provocare un’erezione per un tempo utile ad avere un rapporto sessuale. Per stimolare un’erezione è importante che il cervello non sia distratto dalle ultime email non risposte o da come superare un livello difficile di un gioco!

 

Prova un rimedio naturale per il benessere sessuale della coppia

 

Come affrontare il Tecnostress?

La prima cosa importante da fare è ristabilire il dialogo con il partner, riscoprire il piacere delle coccole, dei massaggi e di tutti quei momenti che possono risvegliare i sensi assopiti.

A volte questo non basta a restituire la virilità perduta. I problemi erettili e le defaillance a letto sono eventi molto subdoli che si insinuano nel cervello provocando una spirale di ansia e stress che aumenta sempre più la possibilità che il problema si manifesti. L’uomo si sente sempre più inadeguato e le tensioni nella coppia aumentano.

Per ritrovare il vigore sessuale causato da stress e tecnostress non è detto che l’unico rimedio sia la terapia farmacologica. E’ possibile ricorrere a validi rimedi naturali che possono aiutare a migliorare le prestazioni sessuali e godere pienamente del rapporto.

I prodotti per rinvigorire la vita sessuale sono diversi. La loro funzione è quella di stimolare un maggiore afflusso di sangue verso il pene e, di conseguenza, provocare erezioni durature e di agire sul testosterone, l’ormone maschile responsabile della libido. Gli integratori sono costituiti da una miscela di ingredienti 100% naturali, quindi senza controindicazione a patto, ovviamente, di verificare di non essere allergici ad uno o più ingredienti. Generalmente sono a base di Maca Peruviana, Muira Puama, Damiana, Ginseng, Ginkgo Biloba.

E naturalmente – per ritrovare desiderio e vigore sessuale- stacca la spina a computer, tablet e smartphone.

 

Prova un rimedio naturale per il benessere sessuale della coppia

Torna al blog