Come scegliere i prodotti per la secchezza intima

I prodotti per la secchezza intima devono essere scelti in base alla causa che scatena la scarsa lubrificazione vaginale o vulvare.

Quando una donna soffre di secchezza vaginale, non ha vita facile. Possono insorgere, infatti, diversi fastidi e problematiche sia a livello fisico, che psicologico e di coppia.

La scarsa lubrificazione può essere la causa di prurito, arrossamento, irritazione e microlesioni delle pareti vaginali.

L'attrito che si genera durante il rapporto sessuale, inoltre, crea delle microlesioni alle pareti vaginali dove i batteri trovano l'ambiente ideale per proliferare, risalire verso la vescica e scatenare una cistite (cistite post-coitali).

Le infiammazioni, inoltre, oltre ad essere fastidiose e dolorose, possono generare nella donna imbarazzo a causa del bisogno a volte incontrollabile di grattarsi.

Se la vagina è poco lubrificata, il rapporto sessuale può essere doloroso non solo per la donna ma anche per l'uomo. Pur di non sentirlo, molte donne arrivano ad evitarlo ed, inevitabilmente, nascono tensioni all'interno della coppia.

 

Le cause della secchezza intima

La secchezza intima può avere diverse cause:
  • mancanza o insufficienza di preliminari
  • irritazioni causate dall’utilizzo di assorbenti interni o di saponi intimi aggressivi
  • scarsa o eccessiva igiene intima
  • fumo di sigaretta
  • l'assunzione di alcune droghe (ad esempio la canapa)
  • stanchezza e stress
  • effetto collaterale dell'assunzione di alcuni farmaci (in particolare gli antidepressivi)
  • assunzione di alcune pillole anticoncezionali
  • la menopausa
  • modificazioni ormonali temporanee dopo il parto
 

Scegliere i prodotti per la secchezza intima

Il trattamento o il rimedio alla secchezza intima, ovviamente, dipende dalla causa che la scatena.

⇒ Nel caso si tratti di un problema dovuto ad uno dei primi sei possibili fattori scatenanti elencati sopra, è ovvio che il rimedio consiste nell'adottare pratiche ed abitudini quotidiane diverse:

  • dedicare piĂą tempo ai preliminari durante il rapporto sessuale aumenta lo stato di eccitazione; l'eccitazione comporta a sua volta comporta la congestione dei vasi sanguigni della parete della vagina, l’aumento della sensibilitĂ  a livello genitale e la lubrificazione;
  • evitare l'utilizzo di assorbenti interni e lavare le parti intime con saponi e detergenti che rispettino il pH fisiologico della vagina;
  • mantenere un'igiene intima regolare e quotidiana anche dopo i rapporti sessuali ed evitare una detersione eccessiva che potrebbe alterare l'equilibrio della flora vaginale;
  • ridurrre o meglio eliminare il fumo di sigaretta che ostruisce i vasi sanguigni anche a livello di microcircolo vaginale, causando secchezza;
  • evitare le droghe;
  • ridurre per quanto possibile situazioni stressanti.

⇒ Quando la scarda lubrificazione è l'effetto collaterale di alcuni farmaci o di alcune tipologie di pillola anticoncezionale, è necessario rivolgersi al medico di fiducia.

⇒ La secchezza vaginale spesso accompagna anche il calo della produzione ormonale in menopausa. In questo periodo l'assunzione di una terapia ormonale sostituitiva o di una terapia a base di fitoestrogeni (piante che agiscono mimando l'azione degli estrogeni) può aiutare a contrastare non solo la secchezza vaginale ma anche i sintomi tipici della menopausa (vampate, sudorazione, ecc).

⇒ Prova i benefici di due prodotti naturali per il Benessere in Menopausa e la Secchezza Intima.

Consigli sul lubrificante giusto

In tutti i casi è utile l’utilizzo di un lubrificante ed evitare, invece, rimedi "fai da te" (olii per bambini, vaselina o saliva) che non solo non solo efficaci ma spesso possono peggiorare il problema e generare irritazioni e problemi.

In commercio esistono molti tipi di lubrificanti vaginali: a base acquosa, in crema, colorati, profumati ... Noi consigliamo l'utilizzo di gel lubrificanti a base acquosa, che in genere ha l'aspetto di gel trasparente, meglio se inodore e incolore poiché le sostanze aggiunte per dare colorazioni e profumazioni anche gradevoli, possano in realtà dare fastidio e generare prurito e irritazione.

Un buon gel lubrificante vaginale dovrebbe contenere Acido ialuronico a basso ed alto peso molecolare. La maggior parte dei preparati in commecio contengono solo la sostanza ad alto peso molecolare, sicuramente piĂą economici ma scendono meno in profonditĂ  nel derma, quindi hanno un effetto lubrificante piĂą blando. Inoltre dovrebbe contenere sostanze naturali che hanno un effetto emolliente e calmante come l'Aloe, la Malva e la Calendula, per prevenire irritazioni e bruciori nelle zone intime.

Eccellente sarebbe utilizzare un prodotto per la secchezza intima che contenga anche d-Mannosio, uno zucchero semplice con un'azione protettiva e antibatterica utile a prevenire le cistiti dopo il rapporto sessuale.

Anche i lubrificanti in crema hanno una funzione analoga, ma sono sconsigliati se si utilizza il preservativo.

⇒ Kendra gel lubrificante utile rimedio contro la Secchezza Vaginale e per la Prevenzione della Cistite dopo il rapporto. Provalo!

Torna al blog