Cerca nel blog

DISCLAIMER

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata..

Cistite dopo i rapporti sessuali: fattori scatenanti

- Categoria: Cistite Rss feed

I rapporti sessuali costituiscono uno dei principali fattori di rischio della cistite. Il 60% delle infezioni delle vie urinarie ricorrenti, infatti, sono cistiti post-coitali.

Cistite dopo i rapporti sessuali fattori scatenantiLe donne maggiormente a rischio sono:

  • quelle che hanno rapporti sessuali frequenti;
  • le donne con secchezza vaginale;
  • le donne in menopausa le quali, a causa di una carenza di estrogeni, sono più esposte all'aggressione dei batteri.

Perchè la donna è esposta a cistiti post-coitali

Anche se i rapporti sessuali aumentano il rischio di contrarre la cistite post-coitale, è bene precisare che questa non è dovuta a contagio e non è una malattia a trasmissione sessuale. E’ proprio l’atto sessuale, soprattutto se frequente e/o intenso, che può dare origine ad una infiammazione delle vie urinarie che si manifesta con i sintomi tipici della cistite.

Il batterio responsabile è già presente nella zona perianale femminile e, in seguito ai rapporti sessuali sia vaginali che anali, risale molto più facilmente verso l'uretra.

Lo sfregamento durante la penetrazione, inoltre, può generare nelle pareti vaginali delle microlesioni, terreno fertile per la prolificazione dei batteri e favorire ed incrementando l'infiammazione specie in condizione di secchezza vaginale.

Prevenire la cistite post-coitale

L’uso di gel lubrificanti vaginali prima del rapporto sessuale può aiutare a prevenire l'insorgenza della cistite. Non ci riferiamo ai comuni e diffusissimi lubrificanti che, al contrario, spesso sono proprio la causa di irritazioni e fastidi vaginali: l'aggiunta di profumazioni e coloranti spesso generano attrito, ostacolano la penetrazione e favoriscono le microlesioni vaginali.

Nelle farmacie, invece, è possibile acquistare dei prodotti lubrificanti attivi nella prevenzione delle cistiti post-coitali. Si tratta di gel a base di d-Mannosio, Acido Ialuronico (preferibilmente presente nei tre pesi molecolari) e di altre sostanze dalle proprietà umettanti, emollienti e antiinfiammatorie.

Per prevenire e attaccare la cistite in fase acuta, è consigliata anche l'assunzione di integratori alimentari come: rimedi fitoterapici in grado di agire in maniera diretta come antinfiammatorio, antibatterico e depurativo delle vie urinarie.

  Fonti:

  • Stamatiou C, Petrakos G, Bovis C, Panagopoulos P, Economou A, Karkanis C. Efficacy of prophylaxis in women with sex induced cystitis. Clin Exp Obstet Gynecol. 2005;32(3):193-5.
  • Stamatiou C, Bovis C, Panagopoulos P, Petrakos G, Economou A, Lycoudt A. Sex-induced cystitis – patient burden and other epidemiological features. Clin Exp Obstet Gynecol. 2005;32(3):180-2.
  • Yoon BI, Kim SW, Ha US, Sohn DW, Cho YH. Risk factors for recurrent cystitis following acute cystitis in female patients. J Infect Chemother. 2013 Aug;19(4):727-31.
  • Pigrau-Serrallach C. [Recurrent urinary tract infections]. Enferm Infecc Microbiol Clin. 2005 Dec;23 Suppl 4:28-39.

Condividi